SQL - Lez. 1 : Introduzione e istruzioni SQL

 

Requisiti : Non ci sono requisiti richiesti

Ho deciso di scrivere questo tutorial, diviso in più lezioni, per far comprendere l'SQL, in quanto tramite le sue istruzioni possiamo in pochi passaggi eseguire comandi che altrimenti avrebbero bisogno magari di decine di righe di codice, senza contare il numero di variabili da utilizzare. Inoltre il codice degli script che andremo a scrivere risulterà molto più compatto e leggibile da parte di chiunque.

Naturalmente non penso qui di riuscire a fare di voi dei guru dell'SQL, in quanto esistono molti trucchi che si imparano con l'esperienza, e certi tipi di comandi sono anche legati al tipo di linguaggio ed al tipo di database che usiamo; comunque vedrete che alla fine di queste lezioni sarete in grado di svolgere le principali istruzioni, basilari per l'interazioni con i database.

Partiamo subito parlando dei tipi di istruzioni in SQL, che sono tre:

 

  • DDL -> Data Definition Language;
  • DML -> Data Manipulation Language;
  • TCL -> Transaction Control Language.

 

DDL -> Data Definition Language

Fanno parte dei DDL le seguenti istruzioni:

CREATE

usata per creare una struttura con un nome secondo specifiche date.

DROP

utilizzata per eliminare una struttura esistente

ALTER

utilizzata per alterare una struttura esistente

GRANT

assegna privilegi a soggetti indicati

REVOKE

revoca i privilegi indicati

RENAME

usata da alcuni ambienti per dare un nuovo nome agli oggetti

Ricordiamo che con il termine struttura possiamo riferirci ai seguenti elementi: una tabella, una vista, un sinonimo o un indice.

 

DML -> Data Manipulation Language

Fanno parte dei DML le seguenti istruzioni:

DELETE

utilizzata per eliminare righe da una tabella o da una vista aggiornabile.

INSERT

utilizzata per inserire righe in una tabella o in una vista aggiornabile.

SELECT

utilizzata per selezionare dati da righe di una o più tabelle e/o viste.

UPDATE

utilizzata per aggiornare i dati nelle righe selezionate di una tabella o di una vista aggiornabile.

TRUNCATE

questa istruzione è supportata solo da alcuni database, per esempio Oracle. Permette di eliminare ogni dato contenuto in una tabella senza alterarne la struttura.

 

TCL -> Transaction Control Language

Fanno parte dei TCL le seguenti istruzioni:

COMMIT

utilizzata per confermare le ultime operazioni impartite dopo che ha avuto luogo una transizione.

ROLLBACK

utilizzata per ripristinare le condizioni precedenti alle ultime operazioni impostate.

SAVEPOINT

inserisce un punto di salvataggio per annullare solo una parte delle modifiche apportate

La sintassi completa di queste e di altre istruzioni sarà spiegata in dettaglio più avanti nelle future lezioni.

Requisiti : Non ci sono requisiti richiesti

Ho deciso di scrivere questo tutorial, diviso in più lezioni, per far comprendere l'SQL, in quanto tramite le sue istruzioni possiamo in pochi passaggi eseguire comandi che altrimenti avrebbero bisogno magari di decine di righe di codice, senza contare il numero di variabili da utilizzare. Inoltre il codice degli script che andremo a scrivere risulterà molto più compatto e leggibile da parte di chiunque.

Naturalmente non penso qui di riuscire a fare di voi dei guru dell'SQL, in quanto esistono molti trucchi che si imparano con l'esperienza, e certi tipi di comandi sono anche legati al tipo di linguaggio ed al tipo di database che usiamo; comunque vedrete che alla fine di queste lezioni sarete in grado di svolgere le principali istruzioni, basilari per l'interazioni con i database.

Partiamo subito parlando dei tipi di istruzioni in SQL, che sono tre:

 

  • DDL -> Data Definition Language;
  • DML -> Data Manipulation Language;
  • TCL -> Transaction Control Language.

 

DDL -> Data Definition Language

Fanno parte dei DDL le seguenti istruzioni:

CREATE

usata per creare una struttura con un nome secondo specifiche date.

DROP

utilizzata per eliminare una struttura esistente

ALTER

utilizzata per alterare una struttura esistente

GRANT

assegna privilegi a soggetti indicati

REVOKE

revoca i privilegi indicati

RENAME

usata da alcuni ambienti per dare un nuovo nome agli oggetti

Ricordiamo che con il termine struttura possiamo riferirci ai seguenti elementi: una tabella, una vista, un sinonimo o un indice.

 

DML -> Data Manipulation Language

Fanno parte dei DML le seguenti istruzioni:

DELETE

utilizzata per eliminare righe da una tabella o da una vista aggiornabile.

INSERT

utilizzata per inserire righe in una tabella o in una vista aggiornabile.

SELECT

utilizzata per selezionare dati da righe di una o più tabelle e/o viste.

UPDATE

utilizzata per aggiornare i dati nelle righe selezionate di una tabella o di una vista aggiornabile.

TRUNCATE

questa istruzione è supportata solo da alcuni database, per esempio Oracle. Permette di eliminare ogni dato contenuto in una tabella senza alterarne la struttura.

 

TCL -> Transaction Control Language

Fanno parte dei TCL le seguenti istruzioni:

COMMIT

utilizzata per confermare le ultime operazioni impartite dopo che ha avuto luogo una transizione.

ROLLBACK

utilizzata per ripristinare le condizioni precedenti alle ultime operazioni impostate.

SAVEPOINT

inserisce un punto di salvataggio per annullare solo una parte delle modifiche apportate

La sintassi completa di queste e di altre istruzioni sarà spiegata in dettaglio più avanti nelle future lezioni.

Requisiti : Non ci sono requisiti richiesti

Ho deciso di scrivere questo tutorial, diviso in più lezioni, per far comprendere l'SQL, in quanto tramite le sue istruzioni possiamo in pochi passaggi eseguire comandi che altrimenti avrebbero bisogno magari di decine di righe di codice, senza contare il numero di variabili da utilizzare. Inoltre il codice degli script che andremo a scrivere risulterà molto più compatto e leggibile da parte di chiunque.

Naturalmente non penso qui di riuscire a fare di voi dei guru dell'SQL, in quanto esistono molti trucchi che si imparano con l'esperienza, e certi tipi di comandi sono anche legati al tipo di linguaggio ed al tipo di database che usiamo; comunque vedrete che alla fine di queste lezioni sarete in grado di svolgere le principali istruzioni, basilari per l'interazioni con i database.

Partiamo subito parlando dei tipi di istruzioni in SQL, che sono tre:

 

  • DDL -> Data Definition Language;
  • DML -> Data Manipulation Language;
  • TCL -> Transaction Control Language.

 

DDL -> Data Definition Language

Fanno parte dei DDL le seguenti istruzioni:

CREATE

usata per creare una struttura con un nome secondo specifiche date.

DROP

utilizzata per eliminare una struttura esistente

ALTER

utilizzata per alterare una struttura esistente

GRANT

assegna privilegi a soggetti indicati

REVOKE

revoca i privilegi indicati

RENAME

usata da alcuni ambienti per dare un nuovo nome agli oggetti

Ricordiamo che con il termine struttura possiamo riferirci ai seguenti elementi: una tabella, una vista, un sinonimo o un indice.

 

DML -> Data Manipulation Language

Fanno parte dei DML le seguenti istruzioni:

DELETE

utilizzata per eliminare righe da una tabella o da una vista aggiornabile.

INSERT

utilizzata per inserire righe in una tabella o in una vista aggiornabile.

SELECT

utilizzata per selezionare dati da righe di una o più tabelle e/o viste.

UPDATE

utilizzata per aggiornare i dati nelle righe selezionate di una tabella o di una vista aggiornabile.

TRUNCATE

questa istruzione è supportata solo da alcuni database, per esempio Oracle. Permette di eliminare ogni dato contenuto in una tabella senza alterarne la struttura.

 

TCL -> Transaction Control Language

Fanno parte dei TCL le seguenti istruzioni:

COMMIT

utilizzata per confermare le ultime operazioni impartite dopo che ha avuto luogo una transizione.

ROLLBACK

utilizzata per ripristinare le condizioni precedenti alle ultime operazioni impostate.

SAVEPOINT

inserisce un punto di salvataggio per annullare solo una parte delle modifiche apportate

La sintassi completa di queste e di altre istruzioni sarà spiegata in dettaglio più avanti nelle future lezioni.

Requisiti : Non ci sono requisiti richiesti

Ho deciso di scrivere questo tutorial, diviso in più lezioni, per far comprendere l'SQL, in quanto tramite le sue istruzioni possiamo in pochi passaggi eseguire comandi che altrimenti avrebbero bisogno magari di decine di righe di codice, senza contare il numero di variabili da utilizzare. Inoltre il codice degli script che andremo a scrivere risulterà molto più compatto e leggibile da parte di chiunque.

Naturalmente non penso qui di riuscire a fare di voi dei guru dell'SQL, in quanto esistono molti trucchi che si imparano con l'esperienza, e certi tipi di comandi sono anche legati al tipo di linguaggio ed al tipo di database che usiamo; comunque vedrete che alla fine di queste lezioni sarete in grado di svolgere le principali istruzioni, basilari per l'interazioni con i database.

Partiamo subito parlando dei tipi di istruzioni in SQL, che sono tre:

 

  • DDL -> Data Definition Language;
  • DML -> Data Manipulation Language;
  • TCL -> Transaction Control Language.

 

DDL -> Data Definition Language

Fanno parte dei DDL le seguenti istruzioni:

CREATE

usata per creare una struttura con un nome secondo specifiche date.

DROP

utilizzata per eliminare una struttura esistente

ALTER

utilizzata per alterare una struttura esistente

GRANT

assegna privilegi a soggetti indicati

REVOKE

revoca i privilegi indicati

RENAME

usata da alcuni ambienti per dare un nuovo nome agli oggetti

Ricordiamo che con il termine struttura possiamo riferirci ai seguenti elementi: una tabella, una vista, un sinonimo o un indice.

 

DML -> Data Manipulation Language

Fanno parte dei DML le seguenti istruzioni:

DELETE

utilizzata per eliminare righe da una tabella o da una vista aggiornabile.

INSERT

utilizzata per inserire righe in una tabella o in una vista aggiornabile.

SELECT

utilizzata per selezionare dati da righe di una o più tabelle e/o viste.

UPDATE

utilizzata per aggiornare i dati nelle righe selezionate di una tabella o di una vista aggiornabile.

TRUNCATE

questa istruzione è supportata solo da alcuni database, per esempio Oracle. Permette di eliminare ogni dato contenuto in una tabella senza alterarne la struttura.

 

TCL -> Transaction Control Language

Fanno parte dei TCL le seguenti istruzioni:

COMMIT

utilizzata per confermare le ultime operazioni impartite dopo che ha avuto luogo una transizione.

ROLLBACK

utilizzata per ripristinare le condizioni precedenti alle ultime operazioni impostate.

SAVEPOINT

inserisce un punto di salvataggio per annullare solo una parte delle modifiche apportate

La sintassi completa di queste e di altre istruzioni sarà spiegata in dettaglio più avanti nelle future lezioni.

 

 

Aggiungi un commento